ELECTION NIGHT

Il portafoglio finanziario nasce da una strategia

7 novembre 2018

Le fasi di calo della borsa fanno parte dell’ordine naturale delle cose, quanto una tormenta in Colorado nel mese di gennaio. Se siete preparati, non possono farvi male.

Peter Lynch

Una frase che funge da pilastro e che bisognerebbe ricordare. La prima regola per costruire un buon portafoglio finanziario  è avere una strategia organizzata.

Mid Election Day After

Dopo 8 anni i democratici riconquistano la Camera. I Repubblicani non solo conservano il Senato, ma rafforzano la loro posizione. Il risultato dichiara che Trump deve  correggere la sua strategia, deve riconquistare il Midwest, perso, non del tutto, dalla fantomatica guerra commerciale con la Cina.

Questo risultato, scontato e auspicato dal mercato, rallenta sì la corsa del Tycoon ma, solo apparentemente, lo indebolisce. Il Mid Election Day racconta un elettorato  diviso ma non schierato. Gli americani sono in parte felici e appagati, in parte delusi come nel Midwest. Democratici e Repubblicani non possono ignorate questo risultato.

Le elezioni di medio termine ci dicono  anche un’altra cosa che il popolo dei democratici non è più il popolo calmo e pacifico di Hillary, ma è un popolo dichiaratamente di sinistra.

La storia di ripete sempre

Anche Barack Obama, che ha corso, in queste elezioni di medio termine, per  Tim Kane in Virginia,  aveva perso la camera nelle elezioni di metà mandato, nel frattempo aveva già approvato la sua riforma sanitaria, un po’ come Trump ha già approvato la sua riforma fiscale. Finite queste elezioni possiamo dire addio ai temi politici, alla paura dell’ingovernabilità, al rischio di impeachment. Possiamo ritornarne  a pensare ai fondamentali dell’economia concentrandoci sulla riunione della Fed in programma per domani e sul G20, in calendario dal 30 novembre a Buenos Aires.

Settori sotto i riflettori

Ci sono dei settori che potrebbero beneficiare di questo risultato. Le infrastrutture per esempio, che sono presenti nei programmi elettorali di entrambi. Starei lontani dai settori  legati  ai farmaceutici e collegati al sistema sanitario e da tutto il settore della difesa.

L’attenzione di sposta ora sulla Cina

Il tema caldo della primavera estate, di questo “anno finanziario” è stata la guerra commerciale tra USA e Cina.

La Cina è una  grande e impietosa macchina d’affari. Una Nazione con una cultura millenaria intrisa di pensiero confuciano e di segrete formule alchemiche create dal PCC che rendono il suo popolo quasi inespressivo. Una Governance che  riesce a trovare l’anello debole in ognuno dei suoi partner, e Trump non fa eccezione. Il punto debole di Trump si chiama Midwest.

I suoi twitt sono  provocatori, irriverenti, irrispettosi e spesso non adeguati al suo ruolo. Ci ha abituati, però,ai suoi cambiamenti di tono, alla sua abilità di trasformare, un’ostilità insuperabile, in una  free trade vantaggiosa per tutti.

Oggi le borse europee e le borse americane festeggiano lo scampato pericolo e viaggiano tutte con grande ottimismo. La prudenza deve essere però parte integrante delle strategie di portafoglio.

A domani

 

By | 2018-11-07T20:08:49+00:00 novembre 7th, 2018|Categories: Mercati finanziari|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Leave A Comment